Blog

GDPRpossibilita.jpg

GDPR: solo un nuovo Regolamento o una opportunità?

In questi ultimi mesi si è parlato tra le aziende di un solo argomento: il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, chiamato GDPR. Questo Regolamento nasce dal bisogno di disciplinare con più trasparenza il trattamento dei dati personali di cittadini, aziende e Pubbliche amministrazioni sia all’interno dell’Unione Europea che verso Paesi esteri.

Il GDPR, che può essere visto dai professionisti e dalle aziende come una delle tante normative italiane e/o estere che complicano la vita, può invece essere un momento di analisi dello stato dell’arte ove si colloca il soggetto che ne è interessato.
Nello specifico può consentire al soggetto di identificare eventuali problematiche che, lungi dall’essere solo un altro lacciolo amministrativo, possono sfociare in danni aziendali importanti. E, si desidera sottolineare, non solo danni economici derivanti da potenziali sanzioni amministrative ma, soprattutto, danni “interni” a volte non più recuperabili.
Si pensi, ad esempio, al mancato corretto utilizzo delle procedute di backup in caso di crash aziendale, oppure all’utilizzo da parte di persone non autorizzate di dati sensibili posti in Cloud
Questi sono solo due piccoli esempi di come la consulenza sul GDPR possa poi consentire di intervenire nella risoluzione di problematiche che, se si dovessero presentare, possono causare danni di enorme portata.

Ma quali sono realmente i benefici che il GDPR porterà?

La perdita di dati sensibili, Data Breach  e il rispetto degli utenti, sono tutti fattori che vanno a danneggiare la Brand Reputation di un’azienda e l’immagine che un cliente può avere di essa.

L’aggiornamento dei sistemi di sicurezza obsoleti e l’introduzione di nuovi sistemi di richiesti dal Regolamento, porta sicuramente a un aumento del livello di sicurezza dell’azienda. Spesso le misure di sicurezza informatica adottate sono considerate secondarie a discapito delle conseguenze e dei rischi di attacco tutt’altro che irrisori.

L’adeguamento al Regolamento permette di rivedere i sistemi interni e i processi organizzativi che spesso sono tralasciati o posti in secondo piano. L’adeguamento, quindi, può essere un mezzo per migliorare le strutture, regolamenti e policy interne portando anche a un incremento indiretto della produttività.

 

I benefici che può portare il GDPR non riguardano solamente le aziende e le loro strutture organizzative e informatiche, ma direttamente i soggetti interessati, i titolari del trattamento e ognuno di noi perché i nostri dati sono trattati su molteplici sistemi informatici aziendali.



Pubblicato da Riccardo Brambilla in data 12/06/2018