Blog

fatture-elettroniche-896763.jpg

Fatturazione Elettronica: il prossimo step delle aziende

Il 2018 è stato segnato dall’entrata in vigore del GDPR, il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati è stato attuato definitivamente nel Maggio di quest’anno e le cui sanzioni sono state posticipate a dopo la pausa estiva.

Questo nuovo Regolamento ha messo in chiara luce come gran parte delle aziende italiane risultavano, e sono tuttora, impreparate all’entrata in vigore di un Regolamento di cui si sapeva da anni.

La situazione non è molto diversa per la Fatturazione Elettronica. La nuova norma prevede che dal 1° gennaio 2019 le aziende obbligatoriamente inviino fatture digitali B2B nel nuovo formato elettronico XML.

La Fatturazione Elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa spedizione e conservazione, inoltre cambia radicalmente il modo in cui si compilano, inviano, ricevono e conservano le fatture.

L’obbligo della Fatturazione Elettronica apre grandi possibilità. La maggior parte dei vantaggi risiede nella maggiore integrazione e automazione del processo stesso, dall’emissione a quello di pagamento. Il digitale quindi riduce drasticamente l’attività di data entry, scaricando i file in formato XML, evitando anche gli errori. Questa nuova norma porta un cambiamento importante a livello organizzativo all’interno della struttura aziendale, liberando risorse aziendali che possono essere riallocate su altre attività di maggior valore aggiunto.

Per adeguarsi alla nuova normativa, i passaggi che le aziende devono fare sono diversi:

Registrare il proprio indirizzo telematico presso il servizio di registrazione dell’Agenzie delle Entrate (Codice Destinatario o indirizzo PEC).

Richiedere il Codice Destinatario o l’indirizzo PEC dei clienti per creare un database grazie al quale inviare le fatture in modo corretto dall’1 gennaio.

Controllare che il proprio sistema sia predisposto alla raccolta dei dati per la fatturazione elettronica B2B e alla generazione dell’XML.

Scegliere la soluzione software o il servizio in outsourcing da adottare. La soluzione che offre Metha Group SRL Unipersonale è in grado di gestire invio e ricezione di fatture elettroniche verso tutti i vostri clienti, siano essi pubblici o privati attraverso il Sistema di Interscambio (SDI). Siamo in grado di convertire le vostre fatture in qualsiasi formato (anche in PDF) nel nuovo tracciato definito dalle regole tecniche della Legge 127.
Verrà gestito tutto l’iter di invio e acquisizione delle notifiche di esito, oltre poi l’invio in conservazione dei documenti inviati.

In caso di operazioni con l’estero, bisogna dotarsi di un sistema di gestione multicanale della fatturazione. Il provvedimento prevede che Il soggetto passivo italiano può far transitare dallo SDI (in formato elettronico xml) le fatture destinate a soggetti passivi non residenti, evitando così l’obbligo di includere la fattura in questione nella relativa comunicazione. Non è possibile adottare questo meccanismo per le fatture ricevute dall’estero. Ove si fruisca di tale possiblità, si dovrà continuare ad effettuare la comunicazione delle operazioni transfrontaliere, limitatamente alle operazioni ricevute da soggetti non residente.

Organizzarsi al meglio per la conservazione digitale.



Pubblicato da Riccardo Brambilla in data 18/09/2018