Blog

fibra-ottica2.jpg

La fibra ottica nella mia azienda, quale scegliere?

La diffusione del World Wide Web nel 1993 dal CERN di Ginevra ha rivoluzionato la cultura globale. Nato come un linguaggio per facilitare la comunicazione tra scienziati, è diventato ciò che tutti noi usiamo quotidianamente: un codice universale e gratuito per scambiare e condividere informazioni e dati.

Dagli anni ‘90 fino ad oggi la percezione delle aziende è ugualmente cambiata. Prima una società poteva scegliere di fare un sito web senza troppe pretese, ora non solo devi avere un dominio personale, ma essere attivo anche sui canali social.

Con l’avanzare della tecnologia sono nate nuove linee di mercato: dalla videoconferenza al backup in cloud. Tutte queste offerte hanno allargato di molto i limiti di un’azienda, ma hanno anche creato un nuovo bisogno: la necessità di avere una linea internet che sia veloce e stabile.

"Le aziende si stanno evolvendo. Il mondo si sta evolvendo."

Il cavo di rame è formato da altri quattro più piccoli, detti doppini, e questi ultimi sono protetti da una guaina isolante. Le informazioni viaggiano dentro i piccoli cavetti, con degli impulsi elettrici, anche se questi non sono mai lisci e perfetti: spesso possono essere ossidati dal tempo e/o la qualità del rame utilizzato è troppo bassa. Ecco che il crescente bisogno di velocità e stabilità ha portato all’uso della fibra nelle telecomunicazioni.

La fibra ottica è un fascio di filamenti vetrosi o polimerici, inseriti all’interno di un cavo. Ha diversi vantaggi: oltre a trasportare i dati in grandi quantità, è immune ai disturbi elettrici esterni e alle intemperie del tempo. Queste sue caratteristiche lo rendono affidabile e veloce, inoltre solo questa possibilità offre una trasmissione dati di 1000 megabit al secondo.

Chiarito ciò, ci sono molti tipi di offerte fibra disponibili e non tutte sono facili da capire. I provider sono abituati ad usare sigle come FTTH o FTTC, ma non siamo tutti delle cime! Il mio intento è di schiarirvi le idee, confrontando ora le opzioni di fibra ottica disponibili sul mercato italiano. In questo modo potrai essere messo in condizione di scegliere, in completa autonomia, quale alternativa sia adatta per la tua azienda. 

FTTH – Fiber to the home

Questa è la tipologia di cui tutti i provider fanno a gara recentemente, offrendo il famoso Gigabit. Il vantaggio intrinseco di poter fare una videoconferenza senza scatti o portare a termine enormi backup in cloud, usando come unità di tempo il secondo, è certamente alto per un’azienda. È la migliore qualitativamente, ma anche la più costosa. La fibra ottica arriva direttamente nell’edificio e si dirama tra i vari uffici. Un incredibile vantaggio è l’eliminazione totale dei vecchi cavi di rame. È installata soprattutto nei grandi centri urbani, per ragioni essenzialmente commerciali. Per il provider, infatti, la spesa di posa aumenta enormemente nell’ultima parte finale del collegamento. Basta fare un semplice confronto tra una posa sotto la strada e una tra le mura di un edificio: mentre un operaio può installare in un giorno una canalina verso un armadietto che raggiungerà un intero quartiere con i cavi di rame già installati, un elettricista può utilizzare uno o più giorni per far girare la fibra ottica nei cavidotti e per poche utenze. Il periodo necessario per un pareggio di bilancio è nettamente superiore per quest’ultimo.

FTTS – Fiber to the street

Questa tipologia utilizza una cassetta a livello stradale. Questo box è distante a meno di 300 metri dall’utenza, ma l’ultimo collegamento è basato ancora sul cavo di rame. Questa soluzione è anche sostituita dalla FTTB, la fibra “to the building”. In altre parole quando la fibra arriva all’interno dell’edificio, solitamente fin nel locale cantina o nell’atrio dell’edificio, il collegamento è completato sfruttando il cavo di rame già esistente fino alle unità abitative/aziendali. Entrambe le varianti dovrebbero essere, quindi, considerate delle “super adsl”, invece che delle vere e proprie offerte di fibra ottica.

FTTC – Fiber to the cabinet

Questa tipologia è la più economica e ovviamente la più diffusa. Tramite degli armadietti stradali di commutazione, già presenti nelle vie di molte le città, la fibra ottica arriva fino a queste cabine, per poi continuare con il solito cavo di rete. Gli armadietti non si trovano proprio ovunque, difatti c’è il rischio che le più prossime siano in un raggio vicino al chilometro.

“In conclusione mi sembra giusto chiarire che minore è l’uso del rame, migliore sarà la vostra velocità e la stabilità di connessione.”

Perché dovrei installare la fibra? 

Come detto poco fa, quei servizi che erano visti come superflui sono diventati sempre più presenti nelle aziende.

Che tu debba fare l’upload delle foto dei tuoi prodotti o che tu debba salvare in modo sicuro le fatture, l’accesso a Internet è diventato sempre più importante.

Questo enorme scambio di dati deve viaggiare su reti spesso molto usurate (specialmente in Italia) e questo si ripercuote negativamente nella tua quotidianità.

Prova ad immaginare di dover caricare la nuova linea femminile di una determinata casa di moda. Apri il CMS e cominci a fare l’upload delle immagini. Queste dovranno avere un’alta risoluzione, in modo tale che sia sempre perfetta, persino sugli schermi Retina. Non solo queste foto dovrebbero essere all’incirca di 2000 pixel ciascuna, ma dovresti caricarle 200 alla volta una volta a settimana più o meno. In media ci impiegheresti dieci minuti per il solo caricamento con un’ADSL. Con la fibra FTTH potrai farlo in meno di un minuto!

Simile è la situazione di un Web Developer. Dover caricare sul server grandi quantità di pagine HTML può essere lungo e una perdita di tempo non solo per te, ma anche per i tuoi colleghi. Occupare buona parte della linea internet, mentre loro sono nel bel mezzo di una videoconferenza, è sicuramente deleterio. L’utilizzo di un FTP (File trasfer protocol, come Filezilla) ti aiuta ad automatizzare il caricamento, ma non risolve il problema dell’intasamento di rete che si creerebbe con un’ADSL.

E se avessi una cabina vicino alla ditta?

Sei molto fortunato! Se stai valutando di attivare una FTTC, perché hai una cabina vicina, non dovresti avere problemi a riguardo, a patto che la rete di rame sia relativamente nuova o ben tenuta. Se il cavo dalla centralina alla tua ditta è vecchio, non potrai avere la garanzia che la banda minima garantita sia alta.  

Hai ancora dubbi? Vuoi affidarti ad un esperto, onde evitare il caos nella tua azienda? Fatti aiutare dal nostro team di tecnici che sapranno accompagnarti nella scelta e nell'installazione della soluzione migliore per la tua azienda.


Pubblicato da Marvin Notarangelo in data 28/02/2017